Link utili.. di Acr.. Atto Costitutivo e Statuto con variazioni..

http://www.acraccademia.it/ARCHIVIO.html
OSCAR INTERNAZIONALE DI POESIA CONTRO IL BULLISMO!A norma del Decreto Legislativo 196/03, con la presente, Le comunichiamo che i Suoi dati vengono trattati con riservatezza, nel rispetto delle normative vigenti e non verranno divulgati per nessun motivo. Siamo coscienti che e-mail indesiderate possano diventare un vero e proprio disturbo. Se le informazioni di questo messaggio non fossero di Suo interesse, può ottenerne la rimozione immediata rispondendo con CANCELLAMI all"indirizzo: mailto:acronlus@libero.it . In mancanza di tale specifica richiesta di esclusione, resta sottinteso il consenso al ricevimento dei nostri messaggi – comunicati e INVITI! ASSOCIAZIONE CULTURALE RICREATIVA - Via DELLE FORZE ARMATE,297 - 20152 - Milano-Info: 340 2707829 02 87392826- centro.ascoltoacr@libero.it - info@acraccademia.it Care/i Lettrici/lettori! Questo è uno dei tanti Blog dell'Acr-Onlus di Fatto, che con tantissime .. persone.. DONNE ..Uomini.. Giovani.. e Associazioni.. NO PROFIT.. lottano contro il BULLISMO e per la VIVIBILITA' con l' Ambiente. Il successo di un blog sta nel numero dei commenti, Vi preghiamo pertanto di commentare, anche solo con domande o con divergenze. Non abbiate paura. STIAMO LAVORANDO PER VOI... Cordialità da acraccademia.it/ e da http://www.radioasso.it/ radioasso.it/ blog.libero.it/4658/commenti.php acraccademia.it/novità%201%20Poesia%20il%20baggese.html youtube.com/watch?v=GbhQRI3Ixe8 youtube.com/watch? pubblicitaacr.blogspot.it/ blog.libero.it/ACRASCOLTO/view.php unibocconi.it/wps/wcm/connect/Cdr/News+ed+Eventi/Eventi/Bocconi+Eventi

domenica 24 luglio 2016

.. dopo le elezioni.. condotte in un un certo modo a Milano ora .. è Poesia!


Stefano Parisi, l'antagonista dell'attuale Sindaco Sala, per la corsa a Palazzo Marino sta assumenro un ruolo di rilievo.. e non da poco!
Che sia forse a causa della comprensibile concitazione creatasi nelle redazioni per i terribili fatti di Monaco, ma i giornali non hanno potuto farsi un’idea chiara sugli sviluppi del caso di Stefano Parisi – il mancato sindaco di Milano offertosi a “dare una mano” a riorganizzare e “federare” il centrodestra – dopo un vertice dei dirigenti di Forza Italia svoltosi ad Arcore con il convalescente ex Cavaliere .. Silvio Berlusconi.
Intanto al Sole 24 Ore npn risulta “nessuna investitura da Berlusconi a Parisi”, alla Stampa, che ne aveva lanciato l’offerta con un’intervista, e al Giornale della famiglia di Berlusconi è risultato qualcosa di diverso, se non di opposto. “Parisi sia il manager di Forza Italia”, ha attribuito La Stampa all’ex presidente del Consiglio a colloquio con i suoi inquieti generali, colonnelli e caporali. “Ho parlato con Parisi e gli ho chiesto di darci una mano in questa fase di rilancio di Forza Italia”, ha riferito Il Giornale della famiglia Berlusconi e fondato dall'indimenticabile Indro Montanelli..
Non contribuisce a fare molta chiarezza neppure una nota diffusa da Arcore dopo il vertice. Una nota in cui si parla di condivisione dell’”intento di rafforzare il partito anche con il contributo” di uomini come Parisi. Siamo quindi a livello di intenzioni, di cui si sa che, per quanto buone, sono lastricate le vie della politica italiana ed europea. Anche se le notizie provenienti dalla residenza di Berlusconi sono bastate ed avanzate al direttore del Foglio Claudio Cerasa, che aveva appena pranzato con lo stesso Parisi a Trastevere mangiando supplì, carciofi e tagliolini ai gamberi, di scorgervi “una iniziale e simbolica benedizione ufficiale” all’operazione.
Ci sarà pure stata questa “iniziale e simbolica benedizione ufficiale”, ma non ci sembra francamente che lex Presidente del Consiglio, sia riuscito a rimuovere i dubbi, a dir poco, dei suoi ufficiali e sottufficiali, allarmati in particolare da quel “no” referendario annunciato da Parisi alla riforma costituzionale targata Renzi ma accompagnato, per renderlo forse “intelligente” secondo le raccomandazioni attribuite al solito uomo di mezzo che è Gianni Letta, con l’auspicio che alla bocciatura del presidente del Consiglio non segua una crisi di governo. Che è invece la cosa reclamata con le vene gonfie di sangue dal capogruppo della Camera Renato Brunetta in Forza Italia e da Matteo Salvini fuori. Un Salvini peraltro che, nonostante i pareri e le raccomandazioni paciose del collega di partito e governatore della Lombardia Roberto Maroni, non ha nessuna voglia di farsi “federare” in un nuovo centrodestra da Parisi. Cui preferisce chiedere conto, al pari della solita Daniela Santanchè ancora nel partito di Berlusconi, della sconfitta rimediata nelle elezioni comunali di Milano, sia pure di stretta misura.
Cero che per le competenze che gli riconoscono giustamente anche gli avversari politici, Stefano Parisi deve avere un bel sistema nervoso se ha reagito e reagisce a tante pitonate confermando la sua disponibilità e spiegandone le ragioni a chiunque gliele vada a chiedere, con la sola preoccupazione – per non aggravare la situazione – di rifiutare due qualifiche: quella di “rottamatore”, già troppo abusata da Matteo Renzi nel suo campo, e quella di “leader”. Egli continua a preferire la figura del “federatore”, anche se c’è gente, come si è visto, che ha ben poca voglia di farsi federare da lui.
Il guaio per Parisi, ma anche per il chiarimento del quadro politico, per non parlare della necessità della più aulica stabilizzazione del sistema politico invocata da chi reclama paradossalmente anche da sinistra un centrodestra di nuovo e davvero competitivo, è che il problema non è solo di parole o di “vocabolario”. Che è l’ottimistica traduzione della questione fatta sul Corriere della Sera da Francesco Verderami. Il problema è di “contenuti”, come li chiamava nella cosiddetta Prima Repubblica il compianto Ugo La Malfa. O di programmi conciliabili con le ambizioni degli uomini e dei partiti che si contendono i voti, non importa se di Renzi o del numero 1 dei 5 stelle  Beppe Grillo.
Sempre dichiaratamente impegnato a preparare per settembre un’assemblea, il buon Parisi si deve guardare dal rischio di ballare una sola estate come “federatore” o come altro preferisce chiamarsi e farsi chiamare. Sempre pronto a  raccomandare ai vari Giuliano Ferrara, Claudio Cerasa e Vittorio Feltri di non appoggiarlo troppo per non allarmare ancora di più chi lo teme in quel nido di vipere o pollaio cui, a giorni alterni, somiglia il centrodestra che fu. .. a cura di crv e acr

Milano (Italia), dal 16 al 21 Novembre ospiterà “SPORT MOVIES & TV 2016 - 34th Milano International FICTS Fest” Finale del “World FICTS Challenge” Campionato Mondiale della Televisione, del Cinema, della Cultura e della Comunicazione sportiva articolato in 18 Festival nei 5 Continenti.
L’organizzazione dell’evento - all’insegna dello slogan “FICTS Is Culture through sport” - è organizzato dalla FICTS - Federation Internationale Cinema Television Sportifs a cui aderiscono 114 Nazioni (presieduta dal Prof. Franco Ascani Membro della “Commissione Cultura e Patrimonio Olimpico del CIO”) riconosciuta dal Comitato Internazionale Olimpico per il quale promuove i valori dello sport attraverso le immagini.
Il seicentesco Palazzo Giureconsulti, nel cuore della città di Milano (Piazza Mercanti 2 – angolo Piazza DUOMO) sarà il “Core business” dell’evento (ingresso ad inviti) articolato in 150 Proiezioni (tra cui 29 Anteprime mondiali ed europee, etc.), 4 Meeting, 2 Workshop, 4 Mostre, Conferenze Stampa, 30 Premiazioni di ospiti internazionali, Eventi Collaterali distribuiti in diverse sedi della città in collaborazione con organizzazioni culturali, accademiche e sportive.
New media, case di produzione, produttori, registi, Comitati Olimpici e Federazioni sportive, campioni sportivi, agenzie pubblicitarie e di comunicazione illustreranno l’universo della televisione e del cinema sportivo attraverso documentari, spot, reportage, fiction, cartoon, etc. in una delle 7 le Sezioni competitive.
La visibilità mediatica sarà garantita dai principali Network nazionali ed internazionali, emittenti locali, dirette streaming nonché dalla stampa quotidiana, dai periodici di settore, dalla radio, internet, new media e dal nuovo Portale della FICTS www.sportmoviestv.com dedicato al mondo del cinema, della televisione, del web e della cultura sportiva.
La presente vale come INVITO PERSONALE quale Accredito VIP e PRESS (previa indispensabile conferma) per partecipare alla Conferenza Stampa, alle Proiezioni, ai Workshop, agli Incontri e alle Cerimonie (Palazzo Regione Lombardia) in programma al Festival. Compilare il Form disponibile al link http://www.sportmoviestv.com/accredito-sport-movies-tv-2016/.
L’evento, a cui è garantita un’ampia partecipazione internazionale (giornalisti, operatori ed esperti del settore, campioni sportivi), costituisce una considerevole “vetrina mondiale” per le produzioni provenienti dai 5 Continenti che concorreranno per l’assegnazione dell’“Oscar del Cinema e della Tv sportiva” ovvero la “Guirlande d’Honneur”, oltre alle “Mention d’Honneur” e ai “Premi Speciali” che saranno assegnati per ogni Sezione da una Giuria Internazionale composta da esponenti del cinema, della televisione, dei media, dello sport e della cultura dei Paesi che non partecipano al Festival.
Resto in attesa di un cortese quanto gradito riscontro di conferma ed invio i più cordiali saluti miei personali e del Consiglio di Amministrazione della FICTS.
ASCANI-PER-INTERO.jpg
Prof. Franco B. Ascani
· International President of FICTS (Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs)
· Member of IOC Commission for “Culture and Olympic Heritage”
Via De Amicis, 17 - 20123, Milano
Tel. +39.02.58.10.28.30; Fax +39.02.837.59.73
http://ilmilanese-ilbaggese.blogspot.it/